Banca Popolare · Volksbank accoglie il suo 45.000° socio

Elementi Navigazione

Banca Popolare · Volksbank accoglie il suo 45.000° socio

News

Pubblicato il 04/11/2014

Christian Gasser, uno dei titolari del pluripremiato panificio Gasser di Luson, è il 45.000° socio di Banca Popolare · Volksbank.

Volksbank si avvicina sempre più al suo obiettivo triennale: a fine 2014 la Banca intende raggiungere la quota di 50.000 aderenti. Venerdì scorso il Consiglio di amministrazione ha accolto nella compagine sociale il suo 45.000° socio: il trentottenne Christian Gasser di Luson, che gestisce l'azienda famigliare con l'ausilio di 38 collaboratori alle proprie dipendenze.

Negli ultimi anni la famiglia Gasser ha costantemente ampliato e sviluppato l‘impresa. Attualmente il panificio-pasticceria è il maggior datore di lavoro nel comune di Luson. Al fianco della famiglia, un partner finanziario ha supportato la sua progressiva espansione: Banca Popolare · Volksbank. "La collaborazione con Volksbank negli ultimi anni è sempre stata positiva e confortante; per questo motivo accetto di buon grado di diventare socio della Banca", ha tenuto a sottolineare Gasser.

L'acquisizione di nuovi soci fa parte di una strategia di lungo periodo fermamente voluta da Volksbank. L'obiettivo dichiarato è il costante ampliamento della base sociale, al fine di radicare la banca cooperativa ancor più profondamente tra la popolazione. Negli anni trascorsi Volksbank ha registrato un vivace afflusso di clienti provenienti dall'intero bacino di utenza (sei province nel Nord-Est italiano), con l'aumento della base sociale dai 16.000 (2010) ai 45.000 soci odierni. L'aumento più marcato si è avuto soprattutto in Alto Adige.

 "I nostri soci sono il nostro punto di forza", ha commentato Otmar Michaeler, presidente Volksbank. "Molti fra i soci sono anche nostri clienti. Nella nostra veste di banca cooperativa ci preme molto salvaguardare la vicinanza con i nostri soci e clienti, al punto che i collaboratori li conoscono personalmente. I 45.000 soci testimoniano il forte radicamento sociale della Banca e l’elevato grado di fiducia di cui gode da parte della popolazione".

Lo Statuto sociale prevede il diritto di parola dei soci nella maggiore banca cooperativa altoatesina, espresso tramite "voto per testa" in sede assembleare, indipendentemente dal capitale versato.