Approvato il bilancio con utile netto di 7,7 milioni di euro

Elementi Navigazione

Approvato il bilancio con utile netto di 7,7 milioni di euro

Comunicato price sensitive

Pubblicato il 01/04/2017

I soci di Banca Popolare · Volksbank approvano il bilancio con utile netto di 7,7 milioni di euro / Prima Assemblea dei soci della Spa / Confermato il Consiglio di amministrazione

Si è svolta oggi la prima Assemblea dei soci di Banca Popolare · Volksbank nella sua nuova forma giuridica di Società per azioni. Circa 1.000 soci hanno accolto l’invito. Il presidente Otmar Michaeler e il direttore generale Johannes Schneebacher hanno riferito in merito alla trasformazione in Spa, ai risultati dell’esercizio 2016 e hanno esposto una veduta sull’anno in corso. Inoltre oggi i soci hanno confermato il Consiglio di amministrazione.
Approvato il bilancio con utile netto di 7,7 milioni di euro

Il punto saliente dell’esercizio 2016 è stata la trasformazione di Volksbank in Società per azioni. “È cambiata la forma giuridica ma il nostro modello di business di Banca regionale profondamente radicata in Alto Adige e nel Nord-Est d’Italia rimane immutato”, ha commentato il presidente Otmar Michaeler.

Nel complesso l’esercizio 2016 si è chiuso postivamente, soprattutto per quanto riguarda il core business. I volumi sono cresciuti, margine di interesse e le commissioni nette si sono mantenuti su un buon livello. L’utile netto 2016 si è attestato a 7,7 milioni di euro. “Siamo certamente contenti di aver conseguito un’utile per il 2016, tuttavia non siamo soddisfatti. Il nostro obiettivo è di rendere Volksbank ancora più forte, aumentando la redditività”, ha sottolineato il presidente Otmar Michaeler.    

L’attivo di bilancio ha raggiunto 9,3 miliardi di euro. Il patrimonio netto, con 861 milioni di euro, ha toccato il suo livello finora più alto. Il CET 1 Ratio si è affermato all’11,7 percento e si posiziona quindi ampiamente al di sopra dei requisiti normativi minimi previsti. Il numero dei soci Volksbank è salito a 59.900 (al 31.12.2016).

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio d’esercizio 2016.

Il Consiglio di amministrazione ha proposto all’Assemblea dei soci di non distribuire alcun dividendo e di utilizzare l’utile per il consolidamento delle riserve. La proposta è stata accolta.

Il periodo utile per esercitare il diritto di opzione e di prelazione sulle azioni oggetto di recesso (in seguito alla trasformazione in Spa) è stato prorogato fino al 21 aprile.

L’Assemblea ha deliberato che le azioni eventualmente non acquistate dai soci in virtù del loro diritto di opzione e prelazione entro il 21 aprile e neppure collocate a possibili terzi interessati verranno riacquistate dalla Volksbank – subordinatamente ad autorizzazione di Banca d’Italia – per poter essere successivamente alienate. “In questo modo Banca Popolare · Volksbank intende garantire il rimborso entro i termini di legge e concludere il procedimento di liquidazione”, ha dichiarato Michaeler. 

La negoziazione delle azioni Volksbank riprenderà presumibilmente a partire da metà giugno sul sistema multilaterale di negoziazione Hi-MTF.

Nell’ambito dell’Assemblea dei soci è stato eletto il nuovo Consiglio di amministrazione: è stata confermata la lista degli attuali Consiglieri. Quindi Otmar Michaeler, Lorenzo Salvà, Maria Giovanna Cabion, Marcello Alberti, Lorenzo Bertacco, David Covi, Philip Froschmayr, Lukas Ladurner, Alessandro Marzola, Giuseppe Padovan, Margit Tauber e Gregor Wierer restano in carica fino al 2019. Sono inoltre stati confermati dal Consiglio di amministrazione Otmar Michaeler come presidente e Maria Giovanna Cabion e Lorenzo Salvà come vice-presidenti.

Per il rispettivo periodo sono state confermate i compensi e le indennità di presenza a favore dei consiglieri.

L’Assemblea dei soci ha preso conoscenza della relazione sull’attuazione delle Politiche di remunerazione 2016 e ha deliberato adattamenti alle Politiche di remunerazione 2017. Le Politiche di remunerazione prevedono la correlazione che gli incentivi del top management siano correlatiagli obiettivi aziendali in ottica di sostenibilità nel tempo. L’Assemblea dei soci ha infine approvato il cosiddetto piano Stock Grant 2017 che al verificarsi di determinate situazioni, prevede l’assegnazione di azioni BPAA, laddove previsti, quale parte degli incentivi spettanti.