Banca Popolare · Volksbank prepara il terreno per un aumento di capitale

Elementi Navigazione

Banca Popolare · Volksbank prepara il terreno per un aumento di capitale

Price sensitive

Pubblicato il 17/04/2012

L’Assemblea dei soci conferma Otmar Michaeler, Lukas Ladurner, Gregor Wierer e Werner Gramm

Banca Popolare · Volksbank ha in piano per l’anno in corso un aumento di capitale. L’odierna Assemblea dei soci, tenutasi al Kurhaus di Merano in presenza di più di 1.000 partecipanti, ha infatti affidato in tal senso una delega al Consiglio di amministrazione avente validità fino alla fine del 2016. Una prima tranche è già prevista per l’autunno. 
„Con l’aumento di capitale vogliamo supportare la crescita strategica della banca“, ha dichiarato il presidente di Banca Popolare · Volksbank Otmar Michaeler. „Gli investimenti futuri richiedono solidità finanziaria. Abbiamo pianificato già per quest’anno l’apertura di quattro nuove filiali e per la fine del 2014 intendiamo contare su un totale di 150 filiali“. In questo momento la banca dispone di 133 filiali. 
„Già adesso Banca Popolare · Volksbank può vantare coefficienti patrimoniali molto buoni“, sottolinea Michaeler. „Rispettiamo i livelli di patrimonializzazione previsti da Basilea III già allo stato attuale. Il nostro obiettivo è di raggiungere a dicembre 2012 un indice sul patrimonio di base del 10,5% (attualmente si attesta al 9,1%). Le nostre rigorose politiche di risk management ed i buoni valori degli indicatori patrimoniali sono stati in passato uno dei motivi grazie ai quali la nostra banca è riuscita ad attraversare indenne la crisi finanziaria. Anche in futuro vogliamo poter disporre di un sufficiente cuscinetto di capitale, specie nell’ottica dell’apertura di nuovi sportelli. L’aumento di capitale fornisce alla banca quel potenziale aggiuntivo che da un lato ci prepara alle nuove regole che saranno imposte al sistema bancario e dall’altro ci consente di poter continuare a crescere da Bolzano a Venezia“. I lavori preparatori dell’operazione sono già in corso; maggiori dettagli sull’aumento di capitale saranno resi noti dal presidente Michaeler nell’autunno del 2012.
 
L’assemblea ha inoltre approvato il bilancio della banca. L’utile netto dell’esercizio 2011 raggiunge i 18,5 milioni di euro e si attesta così al di sopra di quello dell’anno precedente pari a 17,4 milioni di euro. L’Attivo di bilancio è pari a 5,62 miliardi di euro. Il risultato prima delle imposte è cresciuto, rispetto all’anno passato, a 33,4 milioni di euro (+5,0%). 
„Banca Popolare · Volksbank chiude l’esercizio 2011 con un buon risultato“, ha detto Michaeler. „Il 2011 ha visto la messa in atto del piano strategico della banca e sono stati definiti importanti pilastri strategici per il futuro. La Banca vuole incrementare il numero dei soci dagli attuali 23.000 fino a 50.000 entro la fine del 2014. Nel campo delle innovazioni tecnologiche la banca intende inoltre mantenere e rafforzare il proprio ruolo di battistrada“, ha dichiarato Michaeler. L’inizio dell’esercizio 2012 appare promettente: „Banca Popolare · Volksbank è posizionata molto bene sia per guadagnare ulteriori quote di un mercato che torna lentamente ad essere attraente sia per migliorare la profittabilità.“ 
Per l’anno 2012 i soci e gli azionisti ricevono un dividendo di 30 centesimi per azione posseduta. Per decisione dell’Assemblea dei soci, il nuovo prezzo di emissione per il 2012 è stato fissato a 18,50 euro per azione.
 
Questa sera l’Assemblea dei soci ha inoltre confermato quei quattro membri del Consiglio di amministrazione il cui mandato triennale era giunto a scadenza. Il presidente Otmar Michaeler, Lukas Ladurner, Gregor Wierer e Werner Gramm faranno quindi nuovamente parte del Consiglio di amministrazione anche per i prossimi tre anni. 
Il direttore generale Johannes Schneebacher ha quindi posto l’accento sull’importanza rivestita dal mercato locale dell’Alto Adige e sul fatto che Banca Popolare · Volksbank punta molto sul business di casa propria. „Il 100% della raccolta di Banca Popolare · Volksbank viene investita nei propri impieghi. Detto in altri termini: tutte le forme di risparmio dei clienti di Banca Popolare · Volksbank vengono messi a disposizione sottoforma di crediti alle famiglie ed alle imprese locali. Questa circostanza rende la nostra Banca indipendente, flessibile e meno sensibile alle situazioni di crisi“, ha affermato Schneebacher. 
Questo principio vale anche per le altre province nelle quali Banca Poplare · Volksbank è presente. „Anche nelle nostre sedi di Belluno, Treviso, Venezia e Pordenone il 100% della nostra raccolta viene investita negli impieghi delle stesse province. In qualità di banca regionale e di maggiore società cooperativa del credito nel territorio di insediamento possiamo rassicurare i nostri clienti: i loro soldi saranno reinvestiti nel contesto economico locale in forma di finanziamenti e mutui alle imprese e alle famiglie. In tal modo garantiamo sicurezza negli investimenti e creazione di nuovi posti di lavoro“, ha concluso Schneebacher.