Banca Popolare · Volksbank e Bank für Tirol und Vorarlberg: siglato un accordo di partnership

Elementi Navigazione

Banca Popolare · Volksbank e Bank für Tirol und Vorarlberg: siglato un accordo di partnership

Price sensitive

Pubblicato il 01/03/2013

Banca Popolare · dell’Alto Adige (BPAA) e Bank für Tirol und Vorarlberg (BTV) hanno siglato una cooperazione strategica orientata al futuro. Ad approfittarne in primo luogo la clientela d’impresa di entrambi gli istituti. 

Banca Popolare dell’Alto Adige e Bank für Tirol und Vorarlberg hanno siglato un accordo di partnership strategica. La cooperazione è il prodotto di due banche fortemente autonome, che intendono completarsi a vicenda grazie alla solidità di ciascuna nel territorio di propria competenza. La collaborazione si svilupperà nel lungo periodo, ma è attiva fin da subito. 

Un ponte per le aziende orientate all’esportazione 
Per poter fornire alle piccole e medie imprese un supporto ancora più efficace nelle operazioni transfrontaliere, BTV e BPAA hanno siglato un accordo di cooperazione di tipo operativo e orientato al futuro. 

“Con BTV avremo un solido partner in Austria occidentale, Germania meridionale e Svizzera, e gettiamo un ponte tra Nord e Sud. Possiamo sfruttare fin da subito il know-how e l’esperienza di BTV sul mercato, mettendoli a disposizione delle nostre imprese dedite all’esportazione” afferma con soddisfazione Otmar Michaeler, presidente di BPAA. 
Come contropartita BTV accede al mercato italiano appoggiandosi alle competenze di BPAA: “Italia e Austria sono contesti economici indipendenti con specifiche peculiarità. Ocorrono diversi anni per costruirsi le necessarie esperienze di mercato, capaci di venire incontro efficacemente ai fabbisogni della clientela. Abbiamo pertanto deciso di non percorrere la strada della Banca a tutto tondo, allacciando invece un rapporto di partnership con una banca che da sempre vanta una conoscenza molto dettagliata del mercato”, queste le parole di commento da parte di Peter Gaugg, presidente di BTV. 
I rapporti commerciali tra Italia e Austria si sono intensificati negli ultimi anni. L’Austria esporta quasi il 10% di tutti i beni e servizi in Italia. La quota all’esportazione dell’Italia nei tre stati Austria, Germania e Svizzera ammonta al 20%. Anche il numero delle aziende sul territorio conferma una maggiore attività transfrontaliera: nel 2012 l’Agenzia Tirol 40 ha gestito l’insediamento in Tirolo di 40 imprese italiane, il doppio che nel 2011. 

Soluzioni che fanno risparmiare tempo e denaro 
“L’intenzione iniziale era una cooperazione mirata a soluzioni transfrontaliere nei sistemi di pagamento”, Gaugg spiega così le motivazioni alla base dei primi incontri. Nel corso dei colloqui è emerso ben presto che vi sono anche altri ambiti di cooperazione possibili” sottolinea Johannes Schneebacher, direttore generale di Banca Popolare dell’Alto Adige.. 
La clientela aziendale di Banca Popolare dell’Alto Adige potrà fruire d’ora in poi dei servizi BTV. Analogamente i clienti aziendali di BTV saranno in grado di sfruttare la rete italiana e i prodotti di BPAA. I clienti di entrambi gli istituti possono inoltre utilizzare già oggi nelle operazioni transfrontaliere gli standard CBI (Corporate Banking Interbancario), un servizio che permette di gestire online tutti i conti di Volksbank e BTV e di effettuare trasferimenti. Questo consente un risparmio di tempo e denaro per le imprese dedite all’esportazione. 
Un ulteriore importante aspetto della cooperazione sono i finanziamenti strutturati in pool su grandi progetti e investimenti di piccole e medie imprese. In quest’ottica la clientela aziendale può ottenere in tempi brevi elevati importi di finanziamento, senza doversi sottoporre alle condizioni più disparate praticate da soggetti diversi. Partner di riferimento rimane ad ogni caso il consulente della propria banca. 

Una partnership di lungo termine che poggia su solide basi: indipendenza e autonomia 
Oltre al rapporto di cooperazione avviato sul piano operativo, le due banche hanno peraltro optato per la soluzione della partecipazione reciproca. Essa può arrivare fino a dieci milioni di euro che corrisponde all'1% dell'attuale capitalizzazione di mercato di Banca Popolare dell'Alto Adige. “Si tratta di un passo simbolico che suggella una partnership orientata al lungo termine. I nostri clienti devono sapere che possono affidarsi tranquillamente al nuovo asse costituito” confermano i vertici dei due istituti all’unisono. 
Requisito per la cooperazione tra BTV e BPAA è anzitutto l’analogo orientamento strategico: “Alla BTV ci legano gli stessi valori, e in special modo l’indipendenza e l’autonomia, per l’estrema importanza che rivestono”, conferma Michaeler, presidente BPAA. 

Peter Gaugg, presidente BTV, fa specifico riferimento al radicamento territoriale, al solido andamento della gestione e alle piccole e medie imprese: “Come BPAA, BTV è radicata nel territorio d’origine da oltre 100 anni, raccogliendo da sempre risultati convincenti. Siamo istituti di credito di medie dimensioni, che curano il rapporto faccia a faccia con la propria clientela e si considerano veri e propri fornitori di servizi” L’obiettivo di entrambe le banche è quello di entusiasmare i clienti, dimostrando la via per raggiungerlo s’ incrocia con quella di un’altra banca.